Cittadinanza e Partecipazione

1° Conferenza nazionale dei/delle dottorandi/e in scienze sociali   

Padova, 23 – 25 giugno 2016

In questa fase storica di trasformazioni sociali, la cittadinanza rappresenta un tema di grande attualità, e il suo frequente richiamo nell’uso comune, così come nelle scienze sociali, si fonda sulla capacità evocativa del termine nelle sue molteplici dimensioni.

Parallelamente a una crisi generale delle democrazie occidentali e dello stato-nazione, assistiamo a una crescente ibridazione delle forme e dei significati associati al termine cittadinanza, insieme alla moltiplicazione dei luoghi fisici e simbolici in cui questa prende forma.

Infatti, nelle accezioni oggi prevalenti convivono differenti interpretazioni del termine: cittadinanza come appartenenza, come riconoscimento di diritti e doveri, come status-attribuito e regolato dalla legge; e cittadinanza intesa come cittadinanza attiva, come partecipazione dei cittadini, in vie convenzionali e non, alla vita economica, politica e sociale della comunità con l’obiettivo di influenzarne le politiche, i  processi di governance e le decisioni di interesse collettivo.

I diversi lavori empirici e teorici che si sono susseguiti, soprattutto in seguito ai mutamenti sociali –migrazioni in particolare, hanno messo in crisi la concezione della cittadinanza intesa come status legato a una nazione su un determinato territorio (Hammar, 1985).

Anche per rispondere alle sfide che pongono le minoranze etniche alla dimensione dei diritti politici legati alla cittadinanza, Bloemraad (et al., 2008) ha elencato quattro diverse dimensioni della cittadinanza: “status legale, diritti, politica e altre forme di partecipazione, senso di appartenenza”.

Se da un lato il concetto di cittadinanza come status in relazione al territorio è stato messo in discussione, dall’altro lato si assiste ad un crescente interesse alle forme di partecipazione e coinvolgimento dei cittadini su base locale, e alle forme di mobilitazione e organizzazione di azioni collettive che prendono forma all’interno del web.

La presente call for abstract intende contribuire al vivace dibattito sulle trasformazioni in corso attorno al concetto di cittadinanza – intesa qui come  esercizio e voice – nelle società contemporanee, muovendo attraverso una riflessione inter-disciplinare che tenga conto del carattere polisemico del termine.

Al fine di dare una struttura coerente alla sessione, si segnalano i seguenti temi (tal elenco non è tuttavia da considerarsi come esclusivo o vincolante).  Sono benvenuti i lavori relativi ad altri campi scientifici delle scienze sociali e basati su approcci interdisciplinari.

  • Cosa significa la cittadinanza (intesa come status giuridico) per i cittadini stessi: immigrati ‘naturalizzati’ e nativi, come viene percepita, che significati vi vengono attribuiti?
  • Doppia/ multiple cittadinanze e multiple lealtà (loyalty)compatibilità, incompatibilità?
  • Partecipazione glocale, localismo e attivismo dal basso: Quali forme, significati ed esperienze?
  • Quali le nuove forme di mobilitazione e azione collettiva tra modalità non convenzionali e tecnologie digitali?
  • Coinvolgere i cittadini nell’elaborazione delle politiche pubbliche. Quali effetti sugli individui, sulle comunità e sulla qualità delle decisioni?

Al fine di favorire una riflessione e un’analisi scientifica capace di fare sintesi fra quanto prodotto nei vari ambiti di ricerca (dalla scienza politica alla sociologia, dall’antropologia alla psicologia), sono particolarmente stimolati contributi teorici, empirici, e in chiave comparativa e multi – metodo.

Al fine di orientare gli autori nell’invio dei contributi sono state individuate due aree di riferimento:

PARTECIPAZIONE CIVICA E POLITICA: FORME TRADIZIONALI E NON CONVENZIONALI

  • Movimenti sociali;
  • partecipazione di comunità e attivismo dal basso;
  • il coinvolgimento dei cittadini nei processi decisionali inclusivi;
  • boicottaggio,protesta, occupazioni,  comitatismo;
  • organizzazione di azioni collettive tramite il web;
  • forme di cittadinanza urbana;
  • cittadinanza e affetti/intimacy.

CITTADINANZA TRA RICONOSCIMENTO, DIRITTI E POLITICHE SOCIALI

  • Percezione e rappresentazioni della/e cittadinanza/e;
  • lotte per il riconoscimento;
  • il welfare e i servizi sociali;
  • residenza e realtà locale tra riconoscimento sociale e fruibilità dei servizi.

Sono inoltre benvenuti contributi multimediali, che rappresentino materiale del campo di ricerca o il prodotto finale della ricerca. Cosi come contributi in collaborazione con associazioni, movimenti, comitati, etc.,in cui gli agenti partecipanti siano attori attivi del processo di ricerca.

 

Gli abstract, che non dovranno superare le 300 parole (bibliografia esclusa), potranno essere redatti in lingua italiana o in lingua inglese e dovranno essere inviati entro il 20 febbraio 2016 tramite mail a  phdconference.padova@gmail.com , indicando nell’oggetto: “Cittadinanza e Partecipazione”.

L’abstract dovrà presentare la seguente struttura:

titolo, autore/autrice*, testo, parole chiave.

* afferenza istituzionale e recapiti e una breve biografia (max 100 parole) dell’autore o dell’autrice. In caso di contributo con più autori/trici indicare l’afferenza istituzionale e i recapiti di tutti gli/le autori/trici

L’esito della valutazione sarà comunicato dagli organizzatori entro il 20 marzo 2016. Si ricorda che per la partecipazione al conferenza è necessario effettuare l’iscrizione (gratuita) che sarà disponibile sull’apposito form del sito a partire dal 20 marzo 2016 e fino al 30 aprile 2016. Per ragioni organizzative invitiamo i proponenti a iscriversi entro la data di scadenza[1].

Nella selezione dei contributi il comitato scientifico terrà conto della rappresentatività delle diverse discipline e per questo incoraggia anche l’invio di lavori relativi ad altri campi scientifici o basati su approcci interdisciplinari.

Gli autori e le autrici dei contributi selezionati dovranno far pervenire allo stesso indirizzo mail un relativo paper di max 35 mila caratteri (bibliografia e spazi inclusi) entro il 31 maggio 2016.

E’ premura dei referenti della sessione attivarsi per garantire la più ampia diffusione dei materiali raccolti anche attraverso un’eventuale pubblicazione scientifica dei contributi.

Coordinatori

Fulvio Biddau, dottorando in scienze sociali, dipartimento FISPPA – Università di Padova

Orkide Izci, dottoranda in scienze sociali, dipartimento FISPPA – Università di Padova

Renato Ponciano, dottorando in scienze sociali, dipartimento FISPPA – Università di Padova

Eriselda Shkopi, dottoranda in scienze sociali, dipartimento FISPPA – Università di Padova

[1] Coffee break e spritz-time sono inclusi.

I commenti sono chiusi